Tag Archive: libertà


STRANEZZE BIBLICHE 15

SalmiImage

Dalle sue narici saliva fumo, dalla sua bocca un fuoco divorante; da lui sprizzavano carboni ardenti. (18:9) Wow! Che Dio amorevole!

Cavalcava un cherubino e volava, si librava sulle ali del vento. (18:11) “Kerub” = oggetto metallico pesante.

Sono traviati gli empi fin dal seno materno, si pervertono fin dal grembo gli operatori di menzogna. (58:4) Prima ancora di parlare già sarebbero peccatori. Per fortuna che Dio stesso li avrebbe creati.

Tu, Signore, Dio degli eserciti, Dio d’Israele, lèvati a punire tutte le genti; non avere pietà dei traditori. Annientali ( i pagani) nella tua ira, annientali e più non siano; e sappiano che Dio domina in Giacobbe, fino ai confini della terra. (59:6,7-14) Nessuna libertà di religione e credenze, quindi per punizione vanno annientati.

Non ucciderli, perché il mio popolo non dimentichi, disperdili con la tua potenza e abbattili, Signore, nostro scudo. (59:12) Alla faccia della misericordia divina!

I carri di Dio sono migliaia e migliaia: il Signore viene dal Sinai nel santuario. (68:18) Dio ha una concessionaria del carro.

All’udirli il Signore ne fu adirato; un fuoco divampò contro Giacobbe e l’ira esplose contro Israele…(78:21) Li ha uditi con l’auricolare.

l’uomo mangiò il pane degli angeli, diede loro cibo in abbondanza. (78:25) Chissà che buono che doveva essere questo pane.

Colpì alle spalle i suoi nemici, inflisse loro una vergogna eterna. (78:66) I vigliacchi colpiscono alle spalle.

Salmo. Di Asaf. Dio si alza nell’assemblea divina, giudica in mezzo agli dei. (82:1) Un Dio unico che si trova a fare un assemblea in mezzo ad altri come lui. Poi si dice: «Voi siete dei, siete tutti figli dell’Altissimo». Eppure morirete come ogni uomo, cadrete come tutti i potenti. (82:6,7) Dei mortali? Interessante!

“Il giusto fiorirà come palma, crescerà come cedro del Libano;”…”Nella vecchiaia daranno ancora frutti, saranno vegeti e rigogliosi,” (92:13,15) Questo significa che i malvagi sono facilmente riconoscibili perché magri, sterili ed affamati.

Davanti a lui cammina il fuoco e brucia tutt’intorno i suoi nemici. (Chissà che carro usava) Le sue folgori rischiarano il mondo…(Sparava fulmini come Zeus) I monti fondono come cera davanti al Signore…( Potenza nucleare) Siano confusi…chi si gloria dei propri idoli. Si prostrino a lui tutti gli dei! (97:3,4,5,7) (Ma quanti Dei c’erano?)

Il Signore ha giurato e non si pente…(110:4) (Ma come? Da quando Dio ha bisogno di giurare?)

Invano vi alzate di buon mattino, tardi andate a riposare e mangiate pane di sudore: il Signore ne darà ai suoi amici nel sonno. (127:2) (Gli amici di Dio non devono lavorare per mangiare)

Percosse l’Egitto nei suoi primogeniti: perché eterna è la sua misericordia…Travolse il faraone e il suo esercito nel mar Rosso: perché eterna è la sua misericordia…Percosse grandi sovrani perché eterna è la sua misericordia…uccise re potenti: perché eterna è la sua misericordia.(136:10,15,17,18) (Se fosse stato meno misericordioso che sarebbe successo?)

Reverse of the Great Seal of the United States.

Image via Wikipedia

È in parte una figura leggendaria, anche se da molti è stata accostata alla regina babilonese Shammuràmat (o Sammu-ramat), moglie del re assiro Shamshiadad V (che governò dall’811 all’808 a.C.) e reggente per il figlio Adadnirari III. Di lei si disse che era sfrenata e lussuriosa nonché incestuosa (per i rapporti che avrebbe avuto con il proprio figlio).

Semiramide fu una donna di immenso valore e grande coraggio nelle imprese e nell’esercizio delle armi. Fu sposa del re Nino, che diede il nome alla città di Ninive, e diventò un grande conquistatore grazie all’aiuto di Semiramide, che cavalcava in armi al suo fianco. Egli conquistò la grande Babilonia, i vasti territori degli Assiri e molti altri paesi. Questa donna era ancora molto giovane quando Nino venne ucciso da una freccia, durante l’assalto a una città. Dopo aver celebrato solennemente il rito funebre la donna non abbandonò l’esercizio delle armi, anzi più di prima prese a governare e realizzò tali e tante opere notevoli, che nessun uomo poteva superarla in forza e in vigore. Era così temuta come guerriera, che non solo mantenne i territori già conquistati ma, alla testa di una grande armata, mosse guerra all’Etiopia, contro cui combatté con ardimento, conquistandola e unendola al suo impero. Da lì partì per l’India e attaccò in forze gli Indiani, ai quali nessuno aveva mai osato dichiarare guerra, li vinse e li soggiogò. In seguito arrivò a conquistare tutto l’Oriente, sottomettendolo alle sue leggi. Oltre a queste conquiste, Semiramide fece ricostruire e consolidare la città di Babilonia, fece costruire nuove fortificazioni e grandi e profondi fossati tutt’intorno.

fonte: Wikipedia

La Trinità adorata dai babilonesi ha diverse analogie con quella cristiana formata da “Padre-Figlio-Spirito Santo”, che vede il padre come “Nimrod”, dio dalle sembianze di un pesce, suo figlio “Tammuz“, morto per salvare l’umanità, e lo spirito santo, nella figura della madre, la regina “Semiriade“.

La leggenda narra che Semiriade, rappresentata come una colomba e il cui nome tradotto significa “portatrice del ra­mo“, fu fecondata dai raggi di sole di Nimrod, attraverso un’”immacolata concezione”. Cosicchè quando gli Illuminati si spostarono da Babilonia al colle Capitolino di Roma, questa dea venne venerata co­me Venus Columba, ovvero Venere la Colomba.

Gli illuminati sono coloro che si tramandano le antiche conoscenze e chiavi di potere fin dalla notte dei tempi,hanno una storia ben definibile tramite i riferimenti storici,ed adoperano la massoneria come braccio dei loro intenti;conoscono perfettamente la nostra struttura anatomica,e sanno illuderci tramite il meccanismo che agisce direttamente su una parte del nostro cervello detta “cervelletto rettile” ,che è la parte primordiale della struttura celebrale,la quale gestisce il nostro istinto leggendo gli archetipi che gli passano i sensi;in modo tale che un’anomalia che dovrebbe essere notata nella realtà sensoriale,non viene notata o data per anomala.

L’origine degli Illuminati risale a molte migliaia di anni fa, nel perio­do della civiltà sumera, babilonese, egiziana e ancora più indietro, in quel­la che chiamiamo preistoria. Nel corso dei secoli essi si sono adoperati in tutti i modi per centralizzare il potere globale e completare la loro “gran­de opera” – la dittatura globale. Dietro l’apparente casualità degli eventi succedutisi sulla scena mondiale c’è sempre stata la rete segreta degli Il­luminati che dispone di conoscenze a cui il resto della popolazione non ha accesso.

E’ facile trovare simbolismi dappertutto quando li si cerca, ancor più quando si ha a che fare con una delle più importanti società segrete, quella che forse ne ha disseminati di più nel mondo, ovvero quella degli Illuminati. Simbolo in cui si riconoscono gli adepti di questa setta è la fiamma eterna (una torcia accesa), che rappresenta coloro che sono iniziati alla conoscenza negata al resto della popolazione mondiale, gli “illuminati” appunto. Ed una enorme torcia è retta dal monumento-simbolo della civiltà statunitense, la Statua della Libertà.

Il monumento, come molti sapranno, fu donato dai francesi, dai massoni di Parigi per l’esattezza, che ben conoscevano ciò che la statua e la torcia rappresentavano. E’ evidente, infatti, la somiglianza tra il monumento di New York e la regina Semiramide, adorata come una dea dalle stirpi degli Illuminati, già insediate nella “preistorica” società babilonese.

La colomba, simbolo delle stirpi degli Illuminati

Nella religione cristiana la colomba portatrice del ramo” è simbolo di pace, nel simbolismo degli Illuminati essa rappresenta la loro dea. Il ramo, ovvero la stirpe degli Illuminati, dopo essersi trasferito da Babilona a Roma, si spostò nuovamente. Così, quando nel 1942, l’uomo conosciuto come Cristoforo “Colombo” scoprì l’America, portò il ramo nel nuovo continente, dove la setta trovò una nuova sede per le proprie riunioni.

Alcuni presidenti degli Stati Uniti furono Illuminati. Fu Franklin Delano Roosevelt, ad esempio, a far apporre nella banconota da un dollaro l’antico simbolo della setta, una piramide al cui vertice è presente l’”occhio che tutto vede” e in basso la scritta “Novus Ordo Seclorum“.

La colomba è presente anche nel nome dello stato in cui si trova la capitale degli Stati Uniti, Washington DC, ovvero District of Columbia. Anche in Canada esiste una regione che si chiama British Columbia, e diverse aziende nordamericane contengono nel nome la parola colomba, come la Columbia Pictures, il cui emblema è una donna che solleva una torcia accesa, e la Columbia Broadcasting, meglio conosciuta come CBS.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: